Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca San Valentino Torio

Spara ad uno dei tre ladri entrati in casa, due in manette: si cerca un complice

L’uomo ha spiegato ai militari di aver sparato per difendersi, in quanto uno dei tre era entrato armato all’interno della sua abitazione. Sono scattate le manette ai polsi di due albanesi, mentre si cerca un terzo

Un uomo di 24 anni ferito, due arrestati e un terzo in fuga. E' il bilancio di un tentativo di furto commesso mercoledì notte, a San Valentino Torio, da parte di almeno tre albanesi. Uno di questi è finito prima in ospedale a Sarno e poi a Salerno, dopo essere stato ferito dal proprietario dell'appartamento con un colpo d'arma da fuoco.

Le indagini

Una ferita da arma da fuoco riscontrata dai sanitari ha spinto da protocollo ad allertare le forze dell’ordine. Poi sono state avviate le indagini degli uomini del locale commissariato di Polizia di stato per ricostruire quanto accaduto e l’origine del ferimento dell’uomo residente ad Acerra. Dagli accertamenti eseguiti è emerso che i due, insieme all’altro complice, erano entrati in azione in un’abitazione di San Valentino Torio. Il proprietario dell’appartamento, nella mattinata di ieri si è presentato spontaneamente in caserma per raccontare l’episodio. L’uomo ha spiegato ai militari di aver sparato per difendersi, in quanto uno dei tre era armato all’interno della sua abitazione. Sono scattate le manette ai polsi dei due albanesi, mentre è caccia al terzo complice.

Il riconoscimento dei due ladri

Il ragazzo, poco più che ventenne, aveva attirato i sospetti dei poliziotti, in quanto, alla richiesta di spiegazioni sulle circostanze del suo ferimento, dava una versione molto poco credibile, fumosa e poco precisa, relativamente ad un non meglio individuato parco, senza specificare di quale paese, in cui avrebbe avuto una lite con delle persone e che in quella occasione era stato sparato, ma non sapeva dare descrizioni. Nel frattempo, altri agenti avevano individuato nell’atrio dell’ospedale un altro ragazzo albanese che ammetteva di essere amico del ricoverato ma che non sapeva nulla. Gli accertamenti si erano concentrati da subito sulla ricerca di eventuali segnalazioni di furti in casa di quella sera e, così, allertando anche le stazioni dei carabinieri del territorio, la polizia aveva scoperto che un gruppo di persone dell’est aveva tentato di entrare in una villetta a San Valentino Torio. 

Il racconto della vittima

Il proprietario aveva inoltre raccontato che sua figlia lo aveva allertato perché aveva visto la telecamera che puntava sulla facciata anteriore della casa spostata per impedirne la visuale. Quindi, l’uomo si era affacciato al balcone e aveva visto che 3 persone erano entrate nel giardino di casa e uno di questi era armato e aveva puntato il fucile verso il balcone e così lui aveva reagito sparando un colpo da una pistola regolarmente detenuta. A seguito di questa scoperta, gli investigatori hanno incrociato le immagini delle telecamere di videosorveglianza del Pronto Soccorso con quelle scaricate da un impianto di videosorveglianza di un esercizio commerciale vicino all’abitazione: ciò ha consentito di ricostruire la dinamica della vicenda e di capire che gli uomini inquadrati mentre vanno via da quella villetta erano gli stessi registrati fuori all’ospedale. Gli accertamenti espletati per appurare l’identità dei due soggetti hanno poi ulteriormente rafforzato la ricostruzione dei fatti, trattandosi, per entrambi, di soggetti con vari precedenti per reati specifici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spara ad uno dei tre ladri entrati in casa, due in manette: si cerca un complice

SalernoToday è in caricamento