menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Valentino Torio, seconda condanna per stalking per un militare dell'esercito

L’uomo era stato in precedenza sottoposto a misure interdittive e cautelari per alcuni episodi praticamente identici

È stato condannato ad un anno e quattro mesi di reclusione il caporalmaggiore di 41 anni dell’esercito, sospeso, accusato di stalking nei confronti di una funzionaria del comune di San Valentino Torio. L’uomo, difeso dall’avvocato Stanislao Sessa, ha chiuso la sua vicenda giudiziaria davanti al Gup Paolo Valiante del Tribunale di Nocera Inferiore. L’uomo era stato in precedenza sottoposto a misure interdittive e cautelari per alcuni episodi praticamente identici. Alla fine dello scorso agosto l’uomo aveva ricominciato a molestare la donna, una funzionaria del comune di San Valentino Torio, conosciuta per una separazione dalla moglie. Dopo averla perseguitata per anni, accusandola di voler favorire la moglie piuttosto che lui, il militare sarebbe tornato all’attacco. 


Una prima indagine lo aveva portato ai domiciliari poi al carcere e infine, alla condanna. Per il secondo giudizio invece, i fatti risalgono a maggio 2017: il militare avrebbe prima minacciato di morte la donna più volte, con frasi come «ti taglio la testa», mimando anche il gesto del dito sotto la gola. Poi l’avrebbe pedinata nei luoghi che frequentava, sputando al suo indirizzo per due volte, in segno di disprezzo. E tentando, in un’occasione, di entrare anche nella sua auto. Le indagini dei carabinieri condotte già in passato avevano accertato, così come in tempi più recenti, le manie di persecuzione del caporal maggiore, tra telefonate minatorie ed insulti, fino all’invio dal carcere delle lettere dove raccontava di desiderare quella donna sessualmente ma nello stesso momento, anche che la stessa morisse. Piombata nuovamente nella paura e in uno stato di forte ansia, la donna tornò a distanza di qualche anno nuovamente dai carabinieri per denunciare il 41enne. L'uomo fu arrestato dopo poco. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento