menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minacciò passeggeri di un treno: "Ho l'Aids, datemi i soldi": sarà processato con rito immediato

L'uomo scatenò il panico su un treno regionale diretto a Sapri, all'altezza di San Valentino Torio. Rapinò due persone dietro minaccia di una siringa, poi con un martello riuscì a fuggire. Fu arrestato dai carabinieri nei pressi di Sarno

Rese il viaggio dei passeggeri un incubo, rapinandone alcuni e colpendone altri, prima di fuggire rompendo con un martello il finestrino di un treno che era riuscito a fermare. Sarà giudicato con rito immediato Massimo Masiello, 46enne pregiudicato di Casoria, arrestato a Sarno dopo aver seminato il panico su un treno diretto a Sapri, all’altezza di San Valentino Torio. Era febbraio, quando Masiello minacciò alcuni dei passeggeri urlando: «Ho l’Aids, datemi tutti i soldi!». Brandendo una siringa, strappò ad alcuni passeggeri soldi e oggetti personali. Quando poi intervenne un carabiniere che viaggiava su quel treno, l’uomo fu isolato in un vagone, mentre uomini, donne e bambini corsero al riparo.

A quel punto Masiello si armò di martello, facendosi spazio e colpendo alla cieca chiunque avesse davanti, per poi distruggere un finestrino e scappare via dal treno. Era riuscito a bloccarlo tirando il freno d’emergenza. La caccia all’uomo si concluse a Sarno, con i carabinieri che lo arrestarono, nonostante le false generalità fornite al momento dell’identificazione. E’ in carcere per lesioni, rapina, evasione (era agli arresti domiciliari) interruzione di pubblico servizio e false dichiarazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento