Carte false per ottenere il reddito di cittadinanza: 60enne rischia il processo

Stando alle accuse della Procura di Nocera Inferiore, avrebbe fornito dati differenti, rispetto alla sua situazione reddituale, per ottenere il contributo assistenziale

Carte false per ottenere il reddito di cittadinanza. Così, una donna di circa 60 anni, residente nell'Agro nocerino, rischia il processo per truffa. Stando alle accuse della Procura di Nocera Inferiore, avrebbe fornito dati differenti, rispetto alla sua situazione reddituale, per ottenere il contributo assistenziale

Il sequestro

Quando la donna fu denunciata a piede libero, il pm dispose il sequestro di circa 6000 euro alla stessa imputata, perchè la cifra fu ritenuta essere percepita indebitamente, creando anche un danno di entità patrimoniale all'Inps. Nella documentazione presentata, insomma, la 60enne avrebbe fornito dati non corrispondenti al vero, rispetto al suo nucleo familiare, ottenendo così il via libera per il contributo. Per lei ci sarà ora il vaglio del gip. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Salerno a lutto, è morto Ciro Di Lorenzo: ora veglierà sulla sua Maria Pia

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

  • Riapertura scuole in Campania, tamponi su docenti e alunni: De Luca firma l'ordinanza

  • Natale 2020, approvato il Dpcm: ecco le regole per spostamenti, negozi e scuole

Torna su
SalernoToday è in caricamento