menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Reddito di cittadinanza illegittimo, annullato anno di sorveglianza a presunto truffatore

Il 63enne era stato denunciato per aver conseguito il reddito di cittadinanza mediante un’alterazione del proprio stato patrimoniale, con la misura di sorveglianza che gli imponeva di non uscire dal comune di San Valentino Torio per due anni

È stato annullato dalla Corte d’Appello di Salerno l’aggravamento della misura della sorveglianza speciale emesso a carico di un uomo di San Valentino Torio, sotto accusa in diversi procedimenti penali relativi a truffe. Nel caso specifico, la vicenda riguardava la richiesta e l’ottenimento del reddito di cittadinanza, destinato al sostegno economico per le fasce deboli. Per questo, l'uomo era stato denunciato a piede libero e raggiunto dalla misura della sorveglianza per due anni, con un ulteriore anno aggiunto con aggravamento.

Il ricorso

Su quest'ultimo punto, la difesa ha impugnato il provvedimento. Il 63enne era stato denunciato per aver conseguito il reddito di cittadinanza mediante un’alterazione del proprio stato patrimoniale, con la misura di sorveglianza che gli imponeva di non uscire dal comune di San Valentino Torio per due anni. Poi era arrivata l'aggravante, con un altro anno di restrizione annullato con il ricorso in Appello. L'uomo era finito, in precedenza, coinvolto in un'indagine per truffe nel settore della vendita di auto. Poi mandato a giudizio. Riguardo al reddito, aveva ottenuto il via libera per l'erogazione, attestando di non risiedere con alcun componente della propria famiglia che percepisse reddito. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento