menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sigarette di contrabbando e armi: donna ucraina nei guai

Aveva in casa armi e tabacchi di contrabbando, ora finisce a processo. Lei è una donna ucraina, raggiunta dal rito immediato della Procura di Nocera Inferiore. T.P. le sue iniziali, 40enne residente a San Valentino Torio

Aveva in casa armi e tabacchi di contrabbando, ora finisce a processo. Lei è una donna ucraina, raggiunta dal rito immediato della Procura di Nocera Inferiore. T.P. le sue iniziali, 40enne residente a San Valentino Torio, arrestata nel novembre 2017 dalla Guardia di Finanza, al termine di un blitz all’interno della sua abitazione. Le fiamme gialle trovarono oltre 748 kg di tabacchi lavorati esteri di marche comprese tra le Marlboro e le Chesterfield, con forniture da destinare alla filiera illecita di bionde fuori dai canali del monopolio di stato. Insieme alla merce, c'erano anche armi pericolose detenute illecitamente, come due fucili a pompa e relative munizioni, oltre alla somma in denaro di 530 euro, ritenuto provento della vendita illecita.

Le indagini

La donna aveva anche alcune targhe estere. I fucili sequestrati erano un 30RKKassnar e uno Smith&Wesson modello 916, quest’ultimo smontato e privo di numero di matricola. Poi le targhe, tedesche, polacche e ucraine, sequestrate insieme ad un cellulare e una scheda telefonica. Il box individuato nel quale vi erano armi e sigarette era di pertinenza dell’abitazione. Sarà il pip a decidere l’eventuale rito immediato da accordare per l’imputata, chiamata a rispondere di violazione delle leggi doganali sui tabacchi lavorati e di detenzione illecita di armi e munizionamento. Il sospetto, secondo i militari, è che la donna mantenesse quella roba per conto di altri, oggetto di un'indagine separata

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento