menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Targhe estere e italiane in un capannone: romeno accusato di ricettazione

L'indagine concentrata su una banda di ladri albanesi protagonisti di una efferata rapina nell'Agro Nocerino, portarono alla scoperta di un capannone dove c'erano diverse targhe rubate nel napoletano

Deve rispondere dell'accusa di ricettazione un 29enne romeno, accusato di aver acquistato e custodito una serie di targhe italiane e di altre nazionalità, rubate in precedenza ai loro proprietari. I furti furono tutti denunciati alla stazione carabinieri di Ottaviano. Ad arrestare lo straniero furono i carabinieri di San Valentino Torio. L'uomo sarebbe stato in combutta con un gruppo di albanesi che, in un'occasione, si era introdotto all'interno del parcheggio di una ditta di trasporti per rubare circa 600 litri di gasolio. Era il 2015. I movimenti dei ladri furono notati da una guardia giurata che, purtroppo per lui, ebbe la peggio. Fu aggredito e malmenato da almeno cinque persone, costretto poi alle cure in ospedale. Il 29enne, invece, giudicato separatamente, dovrà rispondere di ricettazione. Le quattro coppie di targhe erano custodite in un casolare abbandonato, dove i carabinieri giunsero mentre indagavano su quella gang di ladri albanesi, autori della rapina nell'area parcheggio. Una soffiata portò all'individuazione del casolare, poi all'identità del romeno, arrestato in flagranza dopo la scoperta delle targhe, sul quale non seppe fornire alcuna giustificazione 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento