menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Violentarono a turno una minore, il reato è estinto. Il gup: "Sono riabilitati"

Per i cinque ragazzi accusati di aver sequestrato e violentato una ragazza minorenne, a San Valentino, due anni fa, il gup decide per l'estinzione del reato. I cinque hanno superato la ‘messa alla prova", che aveva sospeso il processo un anno fa

Hanno fatto volontariato, hanno assistito persone bisognose e beneficiato del supporto di psicologi. Per i cinque ragazzi accusati di aver sequestrato e violentato una ragazza minorenne, a San Valentino, due anni fa, il gup decide per l'estinzione del reato. I cinque hanno superato la ‘messa alla prova’, la possibilità offerta dal codice penale ai minorenni per recuperare gli errori commessi e i reati che gli sono stati contestati. “Abbiamo compreso che quello che abbiamo fatto è gravissimo” hanno detto due giorni fa in udienza, davanti al giudice, chiamato a valutare il loro percorso riabilitativo.

La violenza e il sequestro di persona

I fatti il 26 giugno del 2016, quando i cinque attirarono all'interno di un garage una ragazzina di 1 5 anni di Sarno, che conosceva uno dei due, per violentarla a turno. Il gup del tribunale per i minorenni di Salerno, Giovan Francesco Fiore, ha dichiarato estinto il reato di violenza sessuale e sequestro di persona per i cinque ragazzi. Per il pm Antonella Ciccarella e per il gup, il percorso riabilitativo è stato superato, tanto da considerare gli imputati riabilitati nella società. Quattro di loro avevano trascorso diversi mesi nel carcere minorile e agli arresti domiciliari, Quella storia ha cambiato le loro vite e anche quella - segnata per sempre - di quella ragazzina di Sarno, ancora chiusa in se stesso, che prova da quel giorno a vivere la sua vita. Anch'ella ha dovuto seguire un percorso di sostegno psicologico. Quella storia l’ha segnata a vita. La famiglia è assistita dall'avvocato Alessandro Laudisio. Il prossimo step è il processo civile, per i risarcimenti che non potranno comunque cancellare quella violenza così brutale commessa ai suoi danni

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento