Sanità privata, mobilitazione della Cgil per il rinnovo del contratto collettivo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

In provincia di Salerno la Fp Cgil è pronta alla mobilitazione in vista dello sciopero generale della sanità privata. Dopo le mobilitazioni a Napoli e il presidio di oggi a Montecitorio, nel mese di agosto sono previsti nuovi presidi ed assemblee nelle principali strutture della sanità privata accreditata. “Il 30 luglio – ricorda il segretario generale Fp Cgil Salerno, Antonio Capezzuto - doveva esserci, come da impegni sottoscritti dalle due Associazioni Datoriali la firma del Contratto ed invece è tutto saltato.

I dettagli

Il Ministero e le Regioni, per la prima volta nella storia di questo Paese, hanno messo a disposizione della vertenza strumenti normativi ed economici per garantire certezza di sostenibilità per i datori di lavoro. "Tuttavia, Aris ed Aiop, le principali associazioni di categoria, non hanno firmato il rinnovo del contratto collettivo nazionale, sancendo una rottura con i lavoratori, con coloro che garantiscono i servizi nelle loro strutture di proprietà. Un attacco senza eguali – sostiene Capezzuto - ai diritti dei lavoratori e al sistema sanitario. È arrivato il momento di cambiare le regole: accreditamenti e adeguamenti tariffari solo a chi rispetta diritti del lavoro e garantisce buoni servizi ai cittadini”.

Torna su
SalernoToday è in caricamento