Sanità privata e terzo settore: i lavoratori in stato di agitazione

Piena solidarietà agli operatori della “Nuova Ises” di Eboli: non ci sono risposte e soluzioni ai problemi di 80 lavoratori della struttura che da oltre tre anni e mezzo sono senza stipendio

Da sinistra i sindacalisti Lorenzo Conte, Pietro Antonacchio e Pasquale Addesso

Le segreterie provinciali di Cgil Fp Salerno, Cisl Fp Salerno, e Uil Fpl Salerno, su mandato delle lavoratrici e dei lavoratori della sanità privata accreditata e del Terzo Settore di Salerno e provincia, proclamano lo stato di agitazione di tutto il personale del settore, poiché ritengono "non più tollerabile - commentano i sindacati in una nota congiunta - lo stato di abbandono in cui versa, attribuibile alle responsabilità di tutte le istituzioni, in primis quelle regionali, che hanno decretato l’imminente sfascio del comparto e determinato  la dequalificazione degli operatori". 

La denuncia

Le segreterie provinciali di Cgil Fp Salerno, Cisl Fp Salerno e Uil Fpl Salerno considerano "grave l’attuale situazione nella quale versa il comparto privato. Nonostate sia stato sottoscritto - precisano i sindacalisti Pasquale Addesso, Pietro Antonacchio e Lorenzo Conte - il 15 settembre 2010 con l’Aiop un accordo con le organizzazioni sindacali che prevedeva l'aggiornamento delle retribuzioni dei dipendenti¸ rinviando a livello delle singole regioni la trattativa per l'individuazione dell’una tantum relativa agli arretrati 2006-2010, nessun adempimento stato espleto è stato espletato. Si mortifica tuttot il settore e si determinano gabbie salariali non più accettabili". 

La vertenza

“Tutti i lavoratori della sanità privata e terzo settore esprimono la piena solidarietà agli operatori della “Nuova Ises” di Eboli: non ci sono risposte e soluzioni ai problemi di 80 lavoratori della struttura che da oltre tre anni e mezzo sono privi di retribuzioni. Si tratta di lavoratori che hanno decurtato il loro trattamento di fine rapporto per creare una nuova struttura. Quest'ultima ha ricevuto tutte le autorizzazioni per l’adeguamento ai requisiti richiesti con parere positivo da parte dell’Asl di Salerno per il rispetto delle precise indicazioni disposte. Da oltre dieci giorni - prosegue la nota - i lavoratori stanno presidiando la sede dell’Ente. Non si comprendono i motivi ostativi alla ripresa delle prestazioni e al loro riconoscimento”. Secondo i sindacati, la Regione Campania, tramite dell’Asl Salerno, dovrebbe far conoscere a tutti gli intendimenti futuri: nonostante le difficoltà, i genitori continuano ad avere fiducia nel loro operato dei dipendenti, tant’è che oltre 20 utenti beneficiano delle loro prestazioni, a garanzia della continuità assistenziale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I ritardi

“Altrettanto gravi  - concludono i sindacati - sono i ritardi nella sottoscrizione del nuovo contratto di lavoro causati dal fatto che le parti datoriali non intendono finanziarlo con quote, adeguate a garantire almeno gli 85 euro previsti per il rinnovo dei contratti pubblici di settore. Dichiariamo lo stato di agitazione del settore a fronte delle gravi criticità denunciate e chiediamo urgente convocazione alla Prefettura di Salerno per avviare così la procedura di conciliazione della vertenza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni 2020 in Campania: lo spoglio e i risultati/La diretta

  • Si laurea a 20 anni con Lode in Ingegneria Informatica: targa per un salernitano

  • Inizio dell'anno scolastico: 1° campanella il 28 settembre in altri 7 comuni salernitani

  • "Oggi voti? Certo, dopo il matrimonio mi reco al seggio": curiosità a Sassano per gli "sposi elettori"

  • Elezioni amministrative 2020: la diretta dello spoglio, i risultati

  • Elezioni regionali 2020: ecco chi è mister preferenze a Salerno città, i più votati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento