rotate-mobile
Cronaca

Casa Sanremo 2014: la mascotte è "figlia" di due architetti salernitani

Insieme nella vita e nel lavoro, Bruno D'Agostino e Maria Epifano sono i titolari della Musgummimascotte che da 15 anni si occupa di design promozionale

Che  Sanremo 2014 avesse tra i protagonisti un bel po' di talenti salernitani, lo ha reso già noto il nostro servizio che ha fornito diverse motivazioni ai cittadini, per seguire assiduamente il Festival della Canzone Italiana. In particolare, sempre più familiare per i salernitani, è Casa Sanremo, l'hospitality del Festival, il cui stile è stato affidato alle due concittadine, Biancamaria Corrado e Teresa Miniaci de La Peonia Bianca: la novità è rappresentata dalla mascotte, figlia di due architetti del nostro territorio. Papà e mamma del pupazzo, infatti, sono Bruno D’Agostino e sua moglie, Maria Epifano, titolari della Musgummimascotte che da 15 anni si occupa di design promozionale. Come riportato da Casasanremo.it, è stato ideato da loro il progetto MyPuppit, un pupazzo "più piccolo, iperpersonalizzato, manovrabile. Un po’ sulla scia del vecchio Muppet Show…". Si tratta di una marionetta di 65 cm di altezza, completamente personalizzabile con parrucche, occhi, nasi, accessori.

Collaudato allo scorso Festival di Giffoni, dove è stato regalato ai vip ospiti, il pupazzo ha iniziato ad acquistare fame, affiancandosi ai personaggi in post e video sui socia network. La tendenza è stata inaugurata da Max Gazzè che pubblicò su Vimeo diversi video in cui duettava col pupazzo, anche con la chitarra. A seguirlo, Giuliano Sangiorgi dei Negramaro che lo ha battezzato Giulianino e poi Fiorello che lo ha addirittura ripreso e intervistato, Renzo Arbore e tanti altri. Sull'intervista di Casa Sanremo, dunque, Bruno e Maria raccontano come è nata la loro creazione: "Col nostro staff realizziamo un’immagine grafica, che può poi incontrare il gusto del cliente, diventare un costume vero e proprio, indossabile. L’iconografia di un’azienda, o di una squadra di calcio, oltre ad essere il logo ufficiale, è sempre la mascotte, cioè un personaggio che possa immediatamente rimandare al ludico, oltre che all’azienda stessa. Pensiamo all’omino Michelin. È l’immagine diretta di un’azienda che di ludico non aveva nulla, ma che faceva immediatamente  pensare alla casa produttrice di pneumatici. Ed è tuttora un personaggio vivo".

La mascotte di Casa Sanremo è, quindi, un leone con la criniera che somiglia alla corolla di un fiore, con riferimento, appunto, alla città dei fiori, e con in braccio una chitarra. "Lui suona tutti gli strumenti in maniera intercambiabile. Sicuramente a Casa Sanremo si divertirà a far suonare al pubblico i suoi strumentoni. Sarà alto circa due metri e avrà accessori a dimensioni jumbo, cioè ingigantite", rivelano gli stessi architetti. Tanta curiosità, quindi, in attesa di divertirsi con la mascotte dei due brillanti architetti salernitani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa Sanremo 2014: la mascotte è "figlia" di due architetti salernitani

SalernoToday è in caricamento