Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Lasciava "scoperta" la guardia medica: nei guai uno specialista salernitano

Nel mirino dei carabinieri è finito un camice bianco in servizio presso il Distretto Sanitario 69 Capaccio Paestum-Roccadaspide. E' accusato di interruzione di pubblico servizio, della continuità assistenziale ed abbandono del posto di lavoro

Un medico salernitano, in servizio presso la guardia medica di Sant’Angelo a Fasanella (facente parte del Distretto Sanitario 69 Capaccio Paestum-Roccadaspide), è accusato di interruzione di pubblico servizio, della continuità assistenziale ed abbandono del posto di lavoro.

L'inchiesta

Tutto nasce da un’indagine condotta dai carabinieri dell’Ispettorato del Lavoro che, per alcuni giorni, hanno pedinato l’uomo fino a sorprenderlo nel comune di Controne, ossia fuori dal territorio di competenza del presidio pubblico dove doveva prestare servizio. Secondo le accuse, il camice bianco, in più occasioni, avrebbe lasciato la guardia medica senza giustificato motivo durante il turno di lavoro. Ora rischia il licenziamento. Ma, attraverso il suo legale, potrà provare a dimostrare la sua innocenza fornendo la sua versione dei fatti. Nelle prossime ore sarà interrogato in  Procura a Salerno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lasciava "scoperta" la guardia medica: nei guai uno specialista salernitano

SalernoToday è in caricamento