menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Bomba carta esplode contro negozio di frutta: indaga la Procura di Nocera

Secondo gli inquirenti, l'episodio avvenuto una settimana fa a Sant'Egidio potrebbe ricollegarsi a questioni di società, per presunti dissidi tra ex soci

Una bomba carta è esplosa, martedì scorso, contro una rivendita di frutta in località Sant’Egidio del Monte Albino, al confine con Pagani. Dopo le 23, l'esplosione dell'ordigno aveva danneggiato la saracinesca principale. Secondo gli inquirenti, con l’attività investigativa svolta dagli uomini della tenenza di Pagani, l’episodio potrebbe ricollegarsi a questioni di società, per presunti dissidi tra ex soci. A coordinare la Procura di Nocera Inferiore. 

L'episodio e i precedenti

L'episodio è solo l'ultimo di una serie di fatti di cronaca avvenuti tra ottobre e novembre a Pagani. E sui quali è intervenuta la competenza distrettuale della Procura Antimafia di Salerno. In ordine, l'incendio presso la rivendita Casa-Store, dove un incendio interessò materiale depositato all’interno della rivendita di articoli per la casa, distruggendo anche una tettoia, in via Taurano. Ancora prima, una bomba carta fatta esplodere all’esterno della villetta di proprietà di un imprenditore paganese. Due giorni dopo, l'incendio ad un camion del centro distribuzione merci Gambardella Cash, parcheggiato nell’area che affaccia sulla zona di via Taurano. Tutti e tre gli episodi erano accaduti di notte, sui quali la Dda ritiene esserci la medesima mano criminale, collegata a clan della zona. L’ultimo fatto di cronaca riguarda una rivendita di prodotti ortofrutticoli: al vaglio ci sono le telecamere di sorveglianza, per individuare chi ha piazzato l'ordigno. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento