menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Ti faccio sbranare dal cane", così maltrattava la moglie: per lui giudizio immediato

Anche alla presenza delle figlie, entrambe minorenni, il 38enne avrebbe dato sfogo a tutta la sua violenza, rendendo il regime di vita dell'interno nucleo familiare «intollerabilmente vessatorio»

"Ti faccio sbranare dal cane", così un 38enne di Nocera Inferiore minacciava la moglie, picchiata più volte e per i motivi più futili, alla presenza delle figlie piccole. L'uomo, dopo essere stato allontanato dal giudice da ogni luogo frequentato dalla donna, con un'apposita ordinanza, è stato mandato sotto processo dalla procura di Nocera Inferiore con il giudizio immediato.

La violenza

Anche alla presenza delle figlie, entrambe minorenni, il 38enne avrebbe dato sfogo a tutta la sua violenza, rendendo il regime di vita dell'interno nucleo familiare «intollerabilmente vessatorio». Nella denuncia sporta ai carabinieri di Pagani, la vittima, di qualche anno più piccola, spiegò di essere stata quasi soffocata dall'uomo, che nel mese di maggio del 2018 l'aveva aggredita, portandole le mani al collo. La stessa sarebbe stata anche ingiuriata costantemente, alla presenza delle loro due bambine, con espressioni dal tono truce e ingiustificato: «Ti ammazzo piuttosto che vederti fuori di casa, ti faccio sbranare dal cane, ti butto nel pozzo con una pietra al piede, ti lego dietro la macchina e ti trascino..ti devo far uscire morta da casa, ti incendio a te e le piccole». Una lunga serie di maltrattamenti che sarebbero cominciati nel 2016 fino a quando la donna sporse denuncia. E cioè nel 2018, con il gip che firmò un'ordinanza cautelare personale, a seguito di quanto emerso dagli elementi raccolti dai carabinieri. Durante le indagini furono sentite anche le due figlie della coppia, che confermarono quanto il loro padre avrebbe commesso nei riguardi di tutta la famiglia, negli ultimi anni. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento