Clan e droga: lo sequestrarono per pagare un debito: condanne confermate

Arriva la stangata in Corte d'Appello per imputati appartenenti all'ex clan disciolto Greco-Sorrentino. Tra gli episodi, anche il sequestro di persona per chi vantava un debito per una partita di droga

Droga e sequestro di persona: arriva la stangata in Appello per imputati appartenenti all'ex clan Greco-Sorrentino. Queste le decisioni del giudice Francesco Verdoliva: 19 anni di reclusione per Vincenzo Greco, 17 per Giovanni Sorrentino e Matteo Principale. Quattro anni di reclusione per Davide Bertoldi e Michele Ponticelli. Confermata, invece, la condanna ad 1 anno e 4 mesi di reclusione per Domenico Vitolo. Non luogo a procedere per Pasquale Sgambato, in virtù del suo decesso. Il processo si generò da due episodi di compravendita di grosse partite di droga. In particolare, ad una cessione di Bertoldi a referenti del clan Greco-Sorrentino, Vincenzo Greco e Giovanni Sorrentino. La partita era di 25 chili di cocaina e 1 chilo di coca importato dalla Spagna. Sgambato, Sorrentino, Principale e Vitolo erano accusati anche di aver sequestrato Bertoldi presso la sua casa a Nocera Inferiore

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I fatti risalgono al 2008: Bertoldi fu liberato solo dopo il pagamento di cinquantamila euro messi da parte della convivente. Bertoldi consegnò agli uomini del clan - secondo le indagini - i suoi risparmi, che aveva ritirato in banca dove fu accompagnato dai suoi creditori che lo tenevano d'occhio per essere certi dell'operazione. L'attività degli inquirenti si registrò tra i mesi di febbraio e marzo di quell'anno. Un ulteriore episodio finito al dibattimento riguardava la cessione di 15 chili di droga acquistata da Ponticelli. I luoghi di riferimento delle indagin ierano Sant'Egidio del Monte Albino, Angri e Nocera Inferiore

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, ad Avellino spunta anche il virus di "Festa": il sindaco tra gli assembramenti incita la movida contro Salerno

  • Covid-19, altri 4 casi positivi in Campania: due sono a Cava de' Tirreni

  • Assembramenti e cori contro Salerno, Selvaggia Lucarelli: "Ad Avellino i lanciafiamme di De Luca"

  • De Luca ospite di Gramellini su Rai 3: dalla Campania sicura, ai "raddrizzatori di banane"

  • Sparatoria ad Angri, ferito un imprenditore: a novembre un attentato alla sua azienda

  • Coronavirus: contagiata una persona a Vallo, il nuovo caso

Torna su
SalernoToday è in caricamento