menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Giro di droga nell'Agro nocerino, la Cassazione conferma le condanne

I ricorsi presentati dagli avvocati difensori sono stati dichiarati tutti inammissibili, oltre che generici e infondati

Droga lungo l’asse Angri-Pagani-Sant’Egidio del Monte Albino: la Cassazione conferma le condanne per tre dei coinvolti, accogliendo la pronuncia della Corte d’Appello di Salerno. I ricorsi presentati dagli avvocati difensori sono stati dichiarati tutti inammissibili, oltre che generici e infondati.

Le accuse

I tre imputati erano parte integrante di un gruppo che spacciava da Sant’Egidio del Monte Albino fino ai comuni di Angri e Pagani. Le indagini dei carabinieri del Reparto territoriale di Nocera Inferiore, culminato con il blitz del gennaio scorso, durarono mesi, tra intercettazioni telefoniche, appostamenti, perqiusizioni e interrogatori dei vari assuntori. L'inchiesta fece emergere uno spaccio disarticolato e portato avanti fino a Pagani, nel Parco Arancio di viale Trieste, fino al centro storico e alle zone di Angri. I militari, anche ascoltando i tanti assuntori beccati di volta in volta, a dose acquistata, ottenero riscontri sull'esistenza di un mercato ben organizzato, che si occupava principalmente di crack, cocaina e hashish. Le condanne confermate dalla Suprema Corte vanno dai 4 ai 5 anni di carcere per i tre che avevano proposto ricorso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento