Fanno salire in auto una prostituta, poi la rapinano: due uomini nei guai

La donna, di 42 anni, fu costretta a consegnare ai due il suo cellulare e una somma di denaro superiore ai 100 euro. La Procura di Nocera chiede il rinvio a giudizio per entrambi

Due uomini napoletani rischiano di subire un processo con l’accusa di rapina aggravata. Lo scorso mese di agosto, infatti, fecero salire a bordo della loro auto una prostituta originaria della Bulgaria per condurla nel comune di Sant’Egidio del Monte Albino, dove la minacciarono e rapinarono con un coltello puntato alla gola.

Il dramma

La donna, di 42 anni, fu costretta a consegnare loro il suo cellulare e una somma di denaro superiore ai 100 euro. Poi i due la abbandonarono in strada facendo perdere le loro tracce. Lei, però, si recò subito dai carabinieri per sporgere denuncia. Di qui le indagini, coordinate dalla Procura, che nei giorni scorsi ha chiesto il rinvio a giudizio per i due rapinatori. Si attende la decisione finale del Gip del tribunale di Nocera Inferiore.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Agropoli, rubata la salma di Pasquale Picariello: familiari sotto choc

  • Incidente mortale a Baronissi, il ragazzo che guidava interrogato dal gip: "Non ricordo nulla"

  • Via Pietro del Pezzo: rissa in pizzeria, intervengono i carabinieri

  • Delitto di Baronissi, l'imputato "cosciente ma con disturbi della personalità"

  • Morte di Melissa La Rocca, le parole della sua prof a una settimana dalla tragedia

  • Allaccio abusivo alla rete Enel: arrestato il titolare de "Il Giardino degli Dei H24"

Torna su
SalernoToday è in caricamento