Santa Marina, l'architetto Galardo assolto dall'accusa di abuso d'ufficio

Il Tribunale di Lagonegro, presidente Claudio Scorza, ha scagionato il funzionario da ogni addebito contestatogli e ha confermato la legittimità dei lavori di riqualificazione di via Tirrenia. Soddisfatto il sindaco Giovanni Fortunato: "La sentenza conferma la correttezza del nostro operato"

Giovanni Fortunato, sindaco di Santa Marina

"Piena legittimità dei lavori di riqualificazione di via Tirrenia, a Santa Marina". Con questa motivazione, il tribunale di Lagonegro ha assolto con formula piena l'architetto Michele Galardo, accusato di abuso d'ufficio.

I fatti

L'inchiesta nasceva da una denuncia che un ingegnere aveva presentato alla Procura della Repubblica. Michele Galardo, all'epoca dei fatti contestati, era il responsabile dell’ufficio tecnico. Il collegio penale di Lagonegro, presieduto dal dottore Claudio Scorza, ha respinto l'accusa. Non sussiste, dunque, alcun abuso d'ufficio.

Il commento

“Ringrazio l’avvocato Cinzia Morello che ha difeso l’architetto Galardo - ha commentato il Sindaco di Santa Marina Giovanni Fortunato - Questa sentenza conferma ancora una volta la correttezza e la legalità del nostro operato. Nonostante il sacrificio e l’impegno profuso per realizzare opere e di conseguenza far crescere il nostro paese, siamo costretti a difenderci dai continui ricorsi e denunce fatte da individui che cercano di bloccare la realizzazione della città del futuro. Noi continueremo con maggior determinazione, per realizzare il sogno di far crescere il paese e rendere migliore il nostro futuro e, soprattutto, quello dei nostri figli”.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I clan attivi in provincia di Salerno: nuova relazione dell'Antimafia

  • Sta per aprire "Mizzica": degustazioni siciliane nel centro di Salerno

  • Dramma a Cava, giovane precipita dal balcone e muore

  • Arancini, crocche e specialità siciliane: inaugurata "Mizzica" a Salerno

  • Suicidio a Campagna, 31enne si toglie la vita: comunità a lutto

  • Chiudono le edicole, parlano i giornalai: "Con 800 euro non si può vivere"

Torna su
SalernoToday è in caricamento