menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento dell'attesa

Un momento dell'attesa

Proclamati Santi Papa Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II: tanti salernitani a Roma

Ad essere ripreso dalle telecamere Rai, tra gli altri, sua eccellenza Luigi Moretti, arcivescovo della diocesi Salerno-Campagna-Acerno

Due Papi, Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII, sono stati proclamati santi insieme, nello stesso giorno. E nel milione di persone che hanno affollato piazza San Pietro, numerosi anche i salernitani. Ad essere ripreso dalle telecamere Rai, tra gli altri, sua eccellenza Luigi Moretti, arcivescovo della diocesi Salerno-Campagna-Acerno. Tra i fedeli,  l'acchiappavip salernitano Francesco Caterina che, nella sua immensa collezione di scatti con personaggi famosi, ne conserva uno come vera reliquia: quello insieme a  Giovanni Paolo II che lo emozionò in maniera straordinaria. Tra le tante le delegazioni delle parrocchie del territorio che hanno preso parte all'evento storico, anche il vicepresidente delle Acli di Salerno, Andrea Pastore che ha osservato come la prima vera emozione per lui sia stata toccare la croce della GMG a Sant'Agnese. Papa Francesco ha letto la formula di rito, in latino: "I due - ha detto Bergoglio durante la celebrazione - sono stati uomini coraggiosi, non hanno avuto paura di chinarsi sulla sofferenza e sulle  piaghe dell'uomo, e in questo modo hanno dato testimonianza alla Chiesa e al mondo  della bontà di Dio, della sua misericordia".

Alla cerimonia hanno preso parte 150 cardinali, 1.000 vescovi, 6.000 preti, 93 delegazioni ufficiali, 24 tra reali e Presidenti della Repubblica, a partire da Giorgio Napolitano. Al rito in piazza San Pietro hanno partecipato per l'Italia, oltre al presidente Giorgio Napolitano con la moglie Clio, Matteo Renzi con la moglie Agnese. C'erano, inoltre, il re del Belgio Alberto II con la regina Paola e i reali di Spagna Juan Carlos e la regina Sofia. Presenti anche i capi di stato di Bosnia Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Camerun, Ecuador, El Salvador, Gabon, Guinea Equatoriale, Libano, Lituania, Slovacchia, Ungheria, Zimbabwe e Aruba. Tra le teste coronate il gran duca di Lussemburgo Henry con la famiglia, il principe Hans Adam II del Liechtenstein e il duca di Gloucester Richard. Per l'Unione Europea il presidente Hernan van Rompuy e il presidente della commissione José Manuel Barroso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Segnalazioni

Degrado a Salerno: persone rovistano di notte nei rifiuti, la denuncia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento