menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sarno, abusi sulla figlia di 10 anni: imputato chiede giudizio con rito abbreviato

In udienza preliminare, prevista per aprile, il gup emetterà sentenza con rito abbreviato, dunque con il materiale raccolto nella sola fase d'indagine

Ha scelto di essere giudicato con rito abbreviato un 40enne indagato per violenza sessuale sulla figlia. L'indagine della procura di Nocera Inferiore era partita da una segnalazione fatta da una donna, madre dell'amica della vittima, che a sua volta aveva poi riferito tutto al genitore della minore, di circa 10 anni.

Le accuse

Secondo le accuse, confermate in un incidente probatorio sostenuto dalla stessa ragazzina, alla presenza di consulenti specialisti nominati dal tribunale, l'uomo l'avrebbe palpeggiata più volte, durante alcune fasi del loro rapporto quotidiano, tra il 2018 e il 2019. Attraverso un lavoro dei servizi sociali e dei carabinieri poi, l'autorità giudiziaria ha formulato l'accusa di violenza sessuale aggravata su minore nei confronti dell'uomo, che ora rischia il processo. L'incidente probatorio è stato chiesto dalla procura al fine di preservare il ricordo della piccola e verificarne l'attendibilità, prima di chiudere eventualmente l'indagine. I fatti si sarebbero consumati in una casa a Sarno, di alcuni parenti della coppia. In udienza preliminare, prevista per aprile, il gup emetterà sentenza con rito abbreviato, dunque con il materiale raccolto nella sola fase d'indagine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento