Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Sarno

Sarno, si sostituisce a cliente defunto per prendere residui di pensione: sequestro confermato

La Cassazione ha confermato il sequestro di una cifra pari a 43mila aeuro, rigettando il ricorso presentato da un dipendente di una banca di Sarno, avverso ad un'ordinanza del Tribunale del Riesame di Salerno

Un funzionario di banca si sarebbe sostituito ad una persona defunta, per ottenerne i residui della pensione. Ora la Cassazione ha confermato anche il sequestro di una cifra pari a 43mil aeuro. La Suprema Corte ha rigettato il ricorso presentato da un dipendente di una banca di Sarno, avverso ad un'ordinanza del Tribunale del Riesame di Salerno. 

Il caso

Il tribunale di Salerno si era pronunciato a seguito dell'appello fatto dal funzionario di banca avverso il decreto di sequestro preventivo legato al blocco della somma di 43.170 euro, deciso dal gip del Tribunale di Nocera Inferiore, riqualificando il reato in truffa. Il Riesame aveva poi confermato l'impianto accusatorio, come l'attività illecita del dipendente della filiale. Secondo le accuse, tra l’agosto 2015 e il settembre 2017, si sarebbe appropriato di 43emila euro circa, attraverso l’indebito utilizzo di una carta di credito, dopo essersi sostituito ad un pensionato defunto, deceduto il 7 novembre 2014. Con lo scopo di ottenere a suo nome il rilascio della carta che poi aveva utilizzato, in più occasioni, appropriandosi in tal modo dei soldi versati dall’Inps. Una circostanza che è al centro di una richiesta di rinvio a giudizio anche per un'altra persona, accusata dei medesimi fatti

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sarno, si sostituisce a cliente defunto per prendere residui di pensione: sequestro confermato

SalernoToday è in caricamento