Sarno, comodato d'uso gratuito dell'immobile confiscato alla camorra

L'Asl, che aveva fatto richiesta il 29 gennaio 2018 di avere in comodato d'suo gratuito la struttura, già adibita a Centro polifunzionale denominato "Melvin Jones"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Questa mattina, presso la sede del Dipartimento di Salute Mentale di Salerno, è stato sottoscritto il contratto di comodato d'uso gratuito dell'immobile confiscato alla camorra in via Sarno-Palma, tra il Comune di Sarno, rappresentato dal Sindaco Giuseppe Canfora e dall'Arch. Nicola Vitolo, Dirigente dell'Area tencica, e l'Asl Salerno, rappresentata dal Dott. Giulio Corrivetti, nella qualità di Direttore del Dipartimento di Salute Mentale.

 

La struttura, con atto deliberativo della Giunta Municipale, approvato su proposta degli Assessori Eutilia Viscardi e Vincenzo Salerno, diventerà "Centro di Salute Mentale, Centro diurno di riabilitazione e DH territoriale psichiatrico dell'Unità Operativa di Salute Mentale n.3 del Dipartimento di Salute Mentale dell'Asl Salerno nell'ambito del Distretto Sanitario n. 62".

L'Asl, che aveva fatto richiesta il 29 gennaio 2018 di avere in comodato d'suo gratuito la struttura, già adibita a Centro polifunzionale denominato "Melvin Jones", provvederà a proprie spese alla vigilanza, alla manutenzione e alla pulizia dei locali e della parte esterna dell'immobile nonché al pagamento delle utenze (acqua, luce, gas, telefono) e della Tari per lo smaltimento dei rifiuti. La concessione in comodato d'uso gratuito, della durata di 50 anni, consentirà al Comune di Sarno un risparmio notevole, in quanto, oltre alle spese per le utenze, tutti i costi per la ristrutturazione dell'immobile saranno a carico dell'Asl.
 

Torna su
SalernoToday è in caricamento