Cronaca

Spaccio in villetta, a Sarno: Cassazione conferma quattro condanne

I quattro furono coinvolti in un'inchiesta concentrata sullo spaccio di stupefacenti, fuori dal regime associativo, operante su Sarno e zone limitrofe

Spaccio di droga a Sarno, la Cassazione conferma quattro condanne per altrettanti imputati, rigettando i ricorsi presentati dalle rispettive difese. Queste ultime, avevano lamentato carenza di motivazioni da parte dei giudici dell'Appello. 

L'indagine

I quattro furono coinvolti in un'inchiesta concentrata sullo spaccio di stupefacenti, fuori dal regime associativo, operante su Sarno e zone limitrofe. Il blitz fu eseguito dai carabinieri della stazione di Sarno nel dicembre 2017, al culmine di un lavoro di pedinamento, controlli a sorpresa, monitoraggio del giro dei clienti e accertamenti in strada per raccogliere informazioni, con l’ausilio di unità cinofile specializzate nella ricerca di droga. Nelle telefonate e nei messaggi molti furono i riferimenti alla droga da vendere, come crack e cocaina, ma etichettata con altri nomi. Quali “mozzarelle” e “dolci”, con gli accordi e gli scambi tra pusher e acquirenti che venivano concordati e poi definiti in strada. I militari erano partiti dalla denuncia della madre di un giovane consumatore, con la donna pronta ad indicare i referenti che rivendevano stupefacenti al figlio, rompendo il silenzio e trovando aiuto per contrastare la dipendenza del figlio. I carabinieri effettuarono appostamenti decisivi alla villetta lungo la strettoia Lanzara, trasformata in una piazza di spaccio vera e propria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio in villetta, a Sarno: Cassazione conferma quattro condanne

SalernoToday è in caricamento