menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sarno: le confessioni dei minorenni, ora indagati, sull'incendio sul monte Saretto

Durante l'interrogatorio, i ragazzi, oltre a confermare quanto fatto (avrebbero utilizzato un accendino), hanno spiegato di essersi mossi dopo aver visto un elicottero dei vigili del fuoco volare sopra di loro

Sono due i minori indagati per l'incendio di venerdì scorso, appiccato al monte Saretto a Sarno. Due minorenni, accusati di incendio boschivo e disastro ambientale. Con loro altri ragazzi, minorenni e non, che erano in loro compagnia e che potrebbero rischiare, ora, un'accusa in concorso. Questo a seguito delle confessioni che tutto il gruppo, in tempi diversi, ha fatto ai carabinieri, nei giorni scorsi, dietro coordinamento della procura di Nocera Inferiore e di quella dei minori, a Salerno.

L'inchiesta

Venti gli ettari del monte andati in fumo. Un disastro, con il rischio serio di tipo idrogeologico, ora, per quella zona. I due indagati hanno 16 e 17 anni. Durante l'interrogatorio, i ragazzi, oltre a confermare quanto fatto (avrebbero utilizzato un accendino), hanno spiegato di essersi mossi dopo aver visto un elicottero dei vigili del fuoco volare sopra di loro. Un "gioco", dagli effetti terribili, che gli si è rivoltato contro. Uno dei due avrebbe anche tentato di spegnere un focolaio con una scarpa, prima di andare via. Inconsciamente, credeva di averlo fatto. L'indagine, intanto, prosegue per capire i ruoli degli altri presenti, per visionare le ultime telecamere di sorveglianza e, infine, per analizzare il contenuto dei telefonini sequestrati ai minorenni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento