Sarno piange per la scomparsa di "zia Titina": il cordoglio del Comune

Per oltre 50 anni è stata fruttivendola e punto di riferimento con la sua bottega di Via Laudisio, dove confezionava e vendeva prodotti locali, ma anche una grande animatrice di eventi e feste con nacchere e tammorra

Zia Titina con il sindaco Canfora

Dolore a Sarno per la scomparsa Cristina Annunziata, soprannominata “Zia Titina”, scomparsa ieri all’età di 103 anni compiuti nel dicembre scorso. Era nata il 6 dicembre 1917. Per oltre 50 anni è stata fruttivendola e punto di riferimento con la sua bottega di Via Laudisio, dove confezionava e vendeva prodotti locali, ma anche una grande animatrice di eventi e feste con nacchere e tammorra. 

Il cordoglio del Comune: 

“Con lei se ne va un altro pezzo di storia della città di Sarno. Amata e conosciuta da tutti, zia Titina incarnava le tradizioni popolari e l'identità di una Sarno che non c'è più. Alla famiglia le condoglianze del Sindaco Giuseppe Canfora e dell'Amministrazione Comunale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Angri, tonnellata di hashish nascosta sotto ponte autostrada: camionista condannato

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

  • Terremoto nel Salernitano, parla il sindaco di Bracigliano: "Un boato"

Torna su
SalernoToday è in caricamento