Cronaca

Sarno, casolare di un boss diventa museo

Il progetto rientra nell'approvazione di uno studio di fattibilità per l'utilizzo e il riuso di un bene confiscato

A Sarno un casolare di proprietà di un boss della camorra diventa laboratorio e museo. Il progetto rientra nell'approvazione di uno studio di fattibilità per l'utilizzo e il riuso di un bene confiscato.

Il progetto

Si tratta di un vecchio casolare situato in località Ingegno, che diventerà un laboratorio agroalimentare finalizzato, a sua volta, alla promozione e valorizzazione dei prodotti tipici dell'agro sarnese. Inoltre, la struttura sarà adibita anche ad ecomuseo espositivo e divulgativo delle eccellenze enogastronomiche del territorio. Il costo dell'intervento è di circa un milione e mezzo di euro. Il Comune di Sarno si era visto ammettere dalla Regione Campania per ottenere finanziamenti previsti dal Pon Legalità e Por Campania per il riuso e il riutilizzo a fini sociali dei beni confiscati alla criminalità organizzata, nell'ambito dell'accordo in materia di sicurezza, legalità e coesione sociale

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sarno, casolare di un boss diventa museo

SalernoToday è in caricamento