menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sarno, Canfora firma l'ordinanza: chiuso l'impianto biogas di "Foce"

Nei giorni scorsi era stato presentato un esposto in Procura dal primo cittadino, dal vice sindaco Roberto Robustelli e dall'assessore Eutilia Viscardi

Il sindaco di Sarno Giuseppe Canfora ha firmato, questa mattina, l'ordinanza di sospensione dell'impianto biogas di Foce. L'aria irrespirabile e gli odori nauseabondi avevano provocato malori tra gli abitanti della frazione che avevano tutti con gli stessi sintomi: nausea e vertigini.

L’esposto in Procura

Nei giorni scorsi era stato presentato un esposto in Procura dal primo cittadino, dal vice sindaco Roberto Robustelli e dall'assessore Eutilia Viscardi. Nell'esposto, inviato al Procuratore di Nocera Inferiore Antonio Centore, all'Asl Salerno, al Noe di Salerno, all'Arpac, alla Provincia, ai Carabinieri e ai Vigili Urbani, si chiedeva di avviare indagini ed ulteriori controlli ed accertare eventuali responsabilità. In particolare, si chiedeva alla Procura nocerina che disponga gli opportuni accertamenti valutando gli eventuali profili d'illiceità penale degli stessi e, nel caso, individui i possibili soggetti responsabili al fine di procedere nei loro confronti, provvedendo ad adottare tutti i provvedimenti necessari. L'ultimo esposto a firma del sindaco Canfora e del vice sindaco Robustelli e dell'assessore Viscardi portò, il 19 marzo scorso, al sequestro di uno degli impianti. I Carabinieri del Noe accertarono che lo scarico delle acque reflue industriali provenienti dall'attività di produzione del biogas veniva effettuato, in assenza di autorizzazione, direttamente nel "Canale Conte Sarno".

  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento