menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sarno, sequestra il pallone ad un ragazzino e il padre lo accoltella: sconto in Appello

Il tribunale ha invece assolto la moglie, anch'ella condannata in primo grado, per minacce

Aveva sequestrato il pallone ad un ragazzo causando la reazione del padre, che decise di accoltellarlo preso dalla rabbia. Ottiene uno sconto in appello - passando da 6 a 2 anni e 10 mesi di reclusione, un 56enne di Sarno, giudicato colpevole per lesioni, minaccia e porto ingiustificato di un coltello in luogo pubblico, Il tribunale ha invece assolto la moglie, anch'ella condannata in primo grado, per minacce

I fatti

L'uomo era intervenuto dopo un litigio tra l'anziano e la moglie. L'imputato si era recato in un bar per cercare proprio l'anziano, minacciandolo prima di morte, poi accoltellandolo alle spalle, d'improvviso. La reazione della vittima fu provvidenziale per evitare ferite ben più gravi. Solo la fuga evitò il peggio. Il contesto nel quale maturò l'episodio criminale risale al 10 maggio 2016, con il figlio dell'imputato che probabilmente aveva disturbato un pò troppo mentre giocava a pallone. L'anziano, a quel punto, gli sequestrò il pallone. I genitori del piccolo, venuti a conoscenza della cosa, minacciarono di morte l'uomo, prospettandogli un colpo di pistola se non avesse restituito il pallone. Poi l'aggressione con il coltello.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento