Sarno, revocata la cittadinanza onoraria a Benito Mussolini

A renderlo noto, il sindaco Canfora: "La cittadinanza onoraria venne conferita al dittatore fascista dalla Giunta Grimaldi il 23 maggio 1923"

La Giunta Canfora ha revocato la cittadinanza onoraria a Benito Mussolini. L'atto deliberativo è stato approvato ieri dall'esecutivo di centrosinistra guidato dal  Sindaco Giuseppe Canfora.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'annuncio

A renderlo noto, proprio quest'ultimo: "La cittadinanza onoraria venne conferita al dittatore fascista dalla Giunta Grimaldi il 23 maggio 1923. Il Consiglio Comunale ora dovrà solo ratificare l'atto deliberativo approvato ieri", ha detto Canfora. Plausi e like per la scelta dell'amministrazione caduta proprio nel giorno della Festa della Liberazione.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Posticipato l'inizio della scuola in 12 comuni salernitani, l'elenco si allunga

  • "Oggi voti? Certo, dopo il matrimonio mi reco al seggio": curiosità a Sassano per gli "sposi elettori"

  • Inizio dell'anno scolastico: 1° campanella il 28 settembre in altri 7 comuni salernitani

  • Ragazzo senza mascherina perchè autistico, il sindaco di Baronissi: "Ikea gli ha negato l'ingresso"

  • Covid-19: 195 nuovi contagi di cui 21 casi di rientro, coppia positiva a Campagna

  • Contagi Covid in aumento, parla De Luca: "Ondata pericolosa in autunno"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento