menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Denuncia choc: "A Sarno sotterrati rifiuti radioattivi"

Comincia così una lettera, con tanto di coordinate su Google Maps, a denunciare la presenza di rifiuti pericolosi nascosti a Sarno, sotto terra, sin dagli anni 70. L'esposto è stato indirizzato anche alla procura di Nocera Inferiore

“Scavate, ci sono rifiuti tossici e radioattivi interrati”. Comincia così una lettera, con tanto di coordinate su Google Maps, a denunciare la presenza di rifiuti pericolosi nascosti a Sarno, sotto terra, sin dagli anni 70.

La denuncia

La segnalazione è arrivata anche alla Procura di Nocera Inferiore, oltre che al Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio, Sergio Costa, al sindaco di Sarno, Giuseppe Canfora. A scrivere è un “anonimo” che riporta quanto ricostruito da una persona anziana che “ha chiesto non venisse rivelata l’identità per timore di eventuali ritorsioni da parte della criminalità”. “I siti in questione sono tre – si legge – Una cava di tufo a Fossalupara, dove sono stati interrati centinaia di fusti contenenti le scorie radioattive provenienti dalle prime centrali nucleari del nord Europa, rinvenibili già a pochi metri di profondità. Vi sono, poi, ulteriori due appezzamenti di terreno siti a poche centinaia di metri dalla cava in cui sono stati interrati altri fusti il cui contenuto è di sicura natura tossica. Il rischio di contaminazione ambientale risulta elevatissimo, ed in particolare è connesso al percolato radioattivo che avrà sicuramente già intaccato la falda acquifera. Solo nell’ultimo anno, si è riscontrato il decesso di un bambino di qualche anno di vita e di un insegnante di 40 anni, entrambi per leucemia, residenti in zona. Chiedo, pertanto, accoratamente di procedere ad effettuare ogni accertamento utile a riscontrare la veridicità del presente esposto. D’altra parte, la mera rilevazione dei livelli di radioattività nella cava potrebbe essere effettuata con costi veramente contenuti, utilizzando un apposito rilevatore”. Solo millanteria o il contenuto della lettera avrà una sua valenza? La lettera è stata inviata anche ai carabinieri del Noe di Salerno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento