Cronaca

Sarno, sassi contro la casa della ex: a processo per stalking

La colpa della donna fu quella di aver chiuso la relazione sentimentale, pagando tutto questo con minacce quotidiane, subite in modo reiterato, dal mese di gennaio ad oggi

Lei chiude la relazione e lui comincia a perseguitarla. Anche minacciandola di morte. Ora finisce a processo un 41enne di Sarno, accusato di stalking aggravato nei confronti della sua ex compagna.

Sassi contro la casa

La colpa della donna fu quella di aver chiuso la relazione sentimentale, pagando tutto questo con minacce quotidiane, subite in modo reiterato, dal mese di gennaio ad oggi. Secondo la denuncia, acquisita dalla procura di Nocera Inferiore che ha chiesto il processo senza il vaglio dell'udienza preliminare, l'uomo il 16 agosto scorso si recò presso casa della donna, minacciandola insistentemente. Tre giorni dopo, tornò nuovamente presso quel domicilio, ingiuriandola e augurandole la morte: "Devi fare una brutta fine". Poi, non contento, raccolse dei sassi da terra e li lanciò contro le finestre della casa di lei. Una volta rientrato, utilizzo WhatsApp per mandare messaggi vocali alla sua ex, dal contenuto minatorio. Quegli atteggiamenti persecutori ebbero come conseguenza di provocare nella donna un forte stato d'ansia e di agitazione, tanto che la stessa cominciò a temere per la propria vita e per quella della sua famiglia. Si vide stravolgere la vita, tanto da convincersi a denunciare poi l'ex compagno

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sarno, sassi contro la casa della ex: a processo per stalking

SalernoToday è in caricamento