Sarno, famiglia africana chiede da mangiare: il vigilantes dell'ospedale la porta al ristorante

La giovane coppia, insieme alla loro neonata, sono giunti, ieri sera, al nosocomio "Martiri del Villa Malta"

Una bella storia arriva da Sarno, dove, ieri sera, una coppia di giovani e la loro neonata, provenienti dall’Africa, sono arrivati all’ospedale “Martiri del Villa Malta”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La storia

Il ragazzo - riporta Il Mattino - non si sentiva bene, lamentava forti dolori alla schiena. I medici si sono subito presi cura di lui. E, in poco tempo, ha iniziato a stare meglio. Ad un certo punto, insieme alla moglie, ha chiesto di mangiare qualcosa. Probabilmente erano denutriti. La loro richiesta ha toccato il cuore del vigilantes che, appena finito il turno, li ha portati in un ristorante della zona per cenare. Un gesto davvero unico che la famiglia africana non potrà mai dimenticare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: tra ieri e oggi 24 nuovi casi nel salernitano, contagio a Campagna

  • Covid-19: schizzano i contagi nel salernitano, i dati sui ricoveri

  • Covid-19: altri 6 positivi a Pontecagnano, altri 2 contagi a Cava

  • Contagi Covid in aumento, parla De Luca: "Ondata pericolosa in autunno"

  • Covid-19, cinque casi nel comune di Serre. Il sindaco: "Uscite solo se necessario"

  • Blitz antidroga a Scafati: 23 persone in carcere, 13 ai domiciliari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento