rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Scafati

"Abusi sessuali" sul cugino per anni, perizia scagiona imputato: assolto in appello

E' quanto deciso per un 37enne di Scafati, difeso dall'avvocato Antimo Castiello, che fu giudicato colpevole in primo grado a 5 anni e 4 mesi di reclusione. La denuncia era stata presentata dal cugino, il 15 dicembre 2015. All'epoca la presunta vittima aveva 20 anni

Condannato in primo grado per abusi sessuali, viene assolto in secondo grado. E' quanto deciso per un 37enne di Scafati, difeso dall'avvocato Antimo Castiello, che fu giudicato colpevole in primo grado a 5 anni e 4 mesi di reclusione. La denuncia era stata presentata dal cugino, il 15 dicembre 2015. All'epoca la presunta vittima aveva 20 anni

La storia

Il ragazzo denunciò abusi dal 1999 al 31 dicembre 2017. Secondo la difesa, il ragazzo soffriva di schizofrenia paranoide e nel momento del colloquio con i carabinieri, aveva interrotto la terapia farmacologica. Durante le indagini si erano susseguite tre perizie psichiatriche, che avevano accertato nel denunciante una personalità psicotica bipolare e schizofrenica. In abbreviato il gup del tribunale di Nocera aveva condannato l'imputato a 5 anni e 4 mesi, prescrivendo altri reati, in ragione del tempo trascorso dai fatti: circa 15 anni. La difesa in Appello, dopo ricorso, aveva chiesto nuova perizia, i cui risultati non avevano convinto del tutto il collegio, che ha assolto l'imputato per insufficienza di prove. "Un incubo finito" ha aggiunto il legale dell'imputato, che ha rimarcato dubbi e ombre sulla personalità del denunciante, ritenuto non attendibile

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Abusi sessuali" sul cugino per anni, perizia scagiona imputato: assolto in appello

SalernoToday è in caricamento