rotate-mobile
Cronaca Scafati

Bomba contro un negozio d'abbigliamento, in 4 a processo

Per i quattro la procura ha dunque ottenuto l rinvio a giudizio, con inizio del dibattimento fissato per il prossimo 1 dicembre

Quattro persone - tra mandanti ed escutori - sono stati rinviati a giudizio per la bomba fatta esplodere agli inizi di maggio, a Scafati, contro un negozio di abbigliamento per bambini. Secondo le accuse dell'Antimafia di Salerno, l'ordigno serviva a costringere la figlia della proprietaria - nota per inchieste per spaccio - a rinunciare al pagamento di debiti accumulati per l'acquisto di droga

Il fatto

Gli imputati - in parte - furono ripresi da alcune telecamere in via Martiri d’Ungheria. La forza esplosiva dell’ordigno fece saltare una porta in vetro esterna ai locali commerciali arrecando ingenti danni anche ad abitazioni limitrofe e auto in sosta, all'esterno. Per i quattro la procura ha dunque ottenuto il rinvio a giudizio, con inizio del dibattimento fissato per il prossimo 1 dicembre. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bomba contro un negozio d'abbigliamento, in 4 a processo

SalernoToday è in caricamento