La picchia a colpi di casco e le rompe il naso, scafatese a giudizio per maltrattamenti

Un 38enne sarà processato con l'accusa di lesioni aggravate e maltrattamenti

Minacce e intimidazioni, ma anche aggressioni violente dinanzi ai figli. L'ultimo atto costituito da una scarica di colpi di casco in faccia, fino alla rottura del naso. Ora un 38enne scafatese sarà processato con l'accusa di lesioni aggravate e maltrattamenti nei confronti della ex compagna. Anche stavolta, a fare da sfondo alla violenza dell'uomo la rottura della relazione

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le accuse

Il gip ha accolto la richiesta di giudizio immediato della procura di Nocera Inferiore. I fatti risalgono all'inizio dell'anno, con la detenzione agli arresti domiciliari, a partire dal 26 aprile scorso, per questo stesso reato, dopo la denuncia presentata dalla vittima, anche lei residente a Scafati. L'uomo aveva manifestato nel tempo una forma violenta di gelosia, al punto da perdere il controllo e arrivare a maltrattare la donna, oltre ad offenderla, senza farsi scrupolo nemmeno davanti ai figli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Salerno non è turistica: ha solo la fortuna di essere tra 2 costiere", la amara denuncia di un lettore

  • Svuotava le slot machine con il trucco del "pesciolino": arrestato 19enne salernitano

  • Caso sospetto di Covid-19 a Salerno, medico del 118 in isolamento

  • Mare con schiuma gialla e meduse morte tra Pontecagnano e Battipaglia

  • Coronavirus, nuovi 10 contagi in Campania: il bollettino

  • Sole, mare e relax per il ministro Luigi Di Maio a Palinuro

Torna su
SalernoToday è in caricamento