menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scafati, ladro in fuga si nasconde in una campana per la raccolta del vetro

Il nascondiglio è stato facilmente scoperto, con l’arresto in flagranza dello straniero e la doppia accusa per lui di furto aggravato, trasformata ora in una richiesta di rinvio a giudizio

Aveva eseguito un doppio furto insieme a un complice, il marocchino Soufiane B., arrivato da Scafati, dove risiede, fino a San Valentino Torio, per poi nascondersi in una campana di vetro. Dopo aver messo le mani su uno scooter Piaggio Zip parcheggiato all’esterno di un bar, in un vicolo, lo straniero era fuggito, per poi arraffare una treccia e un cavo di acciaio sulla rete ferroviaria poco distante. L’esecuzione dei colpi, avvenuta in sequenza, si arrestò quando i due si trovarono davanti un’auto della vigilanza privata Security sat. I due ladri, a quel punto, si separarono.

La fuga nella campana

Il primo, Soufiane, 24 anni, incensurato, era finito nei pressi della scuola elementare: è stato allora che forse spinto dalla paura ha tentato di nascondersi all’interno del cassonetto della raccolta del vetro. Il nascondiglio è stato facilmente scoperto, con l’arresto in flagranza dello straniero e la doppia accusa per lui di furto aggravato, trasformata ora in una richiesta di rinvio a giudizio presentata all’attenzione del giudice. Lo scooter era di proprietà del barista mentre il materiale metallico era utilizzato per la rete ferroviaria con i binari e le intelaiature strutturali. Materiale lasciato per strada dal ladro, durante la fuga. Il complice, invece, non è stato mai identificato. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento