Opere "abusive" in casa dell'ex sindaco Aliberti, Consiglio di Stato respinge ricorso del Comune

I giudici hanno confermato l’annullamento disposto già in via cautelare dal Tar della Campania, sezione di Salerno

Il Consiglio di Stato ha rigettato l’appello del Comune di Scafati contro l’annullamento della demolizione delle opere ritenute abusive e pertinenti all’abitazione del sindaco Pasquale Aliberti. I giudici hanno così confermato l’annullamento disposto già in via cautelare dal Tar della Campania, sezione di Salerno. Vista la questione di difformità rispetto al titolo edilizio, per il  permesso a costruire del 2014 e la relativa realizzazione di un locale ad uso deposito, nella mancata realizzazione di due giardini pensili e nella mancata realizzazione di un vano cucina in luogo del quale si è realizzata una stanza da letto, i giudici hanno ribadito la sospensione della demolizione.

La decisione

Inoltre, scrivono i giudici, «l’istanza di decreto cautelare monocratico appare presentata senza alcuna specifica motivazione sicché appare inammissibile». Di conseguenza, il Consiglio di stato ha fissato per la discussione, la camera di consiglio del 18 giugno 2020. Ancora prima, il Tar di Salerno aveva sospeso l’ordinanza di demolizione emessa dal comune di Scafati lo scorso 13 febbraio, rinviando per la trattazione di merito l’udienza del prossimo 24 marzo. Il Tribunale amministrativo regionale di Salerno aveva accolto in quel caso l’istanza presentata dal legale di Aliberti, fermando l’esecutività immediata dell’ordinanza e aggiornando il prosieguo, con l’esame dell’intera vicenda, a nuova udienza. La memoria difensiva dell’ex sindaco aveva illustrato la circostanza di difetto di istruttoria e motivazione illogica, ravvisando pregresse attestazioni di conformità, da parte della pubblica amministrazione, rispetto alle opere indicate, contraddittorietà e violazioni di legge. L’abitazione era stata sottoposta a sigilli lo scorso 12 dicembre per ipotesi di abusi edilizi, con successivo dissequestro. Successivamente l’ufficio tecnico di Scafati aveva trasmesso l’ordine di demolizione per abusi edilizi realizzati in assenza di permesso a costruire. L'ex sindaco aveva annunciato poi ricorso contro il provvedimento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Salerno a lutto, è morto Ciro Di Lorenzo: ora veglierà sulla sua Maria Pia

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

  • Riapertura scuole in Campania, tamponi su docenti e alunni: De Luca firma l'ordinanza

  • Natale 2020, approvato il Dpcm: ecco le regole per spostamenti, negozi e scuole

Torna su
SalernoToday è in caricamento