Cronaca

Droga da Spagna e Olanda: il gruppo degli scafatesi davanti al Riesame

La vicenda giudiziaria non è conclusa: nel mirino dell’Antimafia ci sono ora le persone che, con vari gradi di responsabilità, avrebbero favorito le attività illecite

Si svolgerà il prossimo 28 giugno l’udienza davanti al tribunale del Riesame nei confronti dei destinatari di ordinanze cautelari nell’ambito dell’inchiesta sullo spaccio internazionale di droga con base a Scafati e propaggini nell’area Vesuviana e nel Salernitano.

L'indagine

Le ordinanze di custodia in carcere riguardarono undici persone, tra cui un 41enne scafatese originario di Pompei, specializzato in reati in materia di stupefacenti, insieme a persone residenti a Napoli e provincia. Le undici misure furono emesse dal gip del Tribunale di Salerno, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia nei confronti degli indagati ritenuti responsabili, a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti. Al centro degli accertamenti le attività di un gruppo in rapporto con gruppi delinquenziali presenti nell’agro nocerino, che garantiva l’approvvigionamento di droga. Al centro dell’inchiesta la figura dello scafatese, ritenuto in grado di gestire e organizzare spedizioni per il trasporto di carichi di sostanza stupefacenti provenienti dalla Spagna e dai Paesi Bassi. Durante le indagini erano arrivati arresti e sequestri di droga - 630 chilogrammi di hashish su un rimorchio e undici chili di cocaina - che avevano consolidato gli elementi di prova nei confronti degli indagati, svelando le fasi connesse all’acquisto, trasporto, detenzione, distribuzione e cessione di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, crack, hashish e marijuana, con un articolato mercato gestito dal gruppo. La vicenda giudiziaria non è conclusa: nel mirino dell’Antimafia ci sono ora le persone che, con vari gradi di responsabilità, avrebbero favorito le attività illecite

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga da Spagna e Olanda: il gruppo degli scafatesi davanti al Riesame

SalernoToday è in caricamento