rotate-mobile
Cronaca Scafati

Furto di energia elettrica tramite il suo bar, condannata in via definitiva

La donna, di Scafati, era accusata di essersi impossessata di un quantitativo di circa 630mila Kwh, per un valore corrispondente di circa 107mila euro

Condannata ad 1 anno e 6 mesi di reclusione, con 500 euro di multa, per il furto di energia elettrica. Ora la condanna è diventata definitiva, dopo il rigetto di un ricorso in Cassazione. La donna, di Scafati, era accusata di essersi impossessata di un quantitativo di circa 630mila Kwh, per un valore corrispondente di circa 107mila euro.

Le motivazioni

La Corte di Appello aveva negato le attenuanti generiche alla ricorrente attesa la quantità notevole di energia elettrica sottratta, la consistente somma di danaro non pagata, la protrazione della condotta per un tempo considerevole e l'assenza di qualsivoglia segno di resipiscenza. La difesa aveva sotenuto, tuttavia, l'incensuratezza della donna, la sua posizione di intestataria del bar, dove fu accertata la sottrazione, in uno con le eventuali  dichiarazioni da rendersi in udienza, avrebbero dovuto indurre i giudici di merito a ritenere concedibile il beneficio invocato. Sul punto, anche l'Ufficio di Procura aveva richiesto in primo grado la concessione delle attenuanti generiche. "La Corte ha adeguatamente motivato la decisione di rigettare le circostanze attenuanti generiche sulla base della gravità del fatto e del carattere continuativo della condotta"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto di energia elettrica tramite il suo bar, condannata in via definitiva

SalernoToday è in caricamento