Sevizie e violenza sulla madre cieca: donna di Scafati sotto giudizio

La donna avrebbe usato violenza contro la madre 85enne, affidatale per ragioni di cura e custodia, «con reiterate condotte aggressive, minacciose e violente, consistite nell’insultarla, offenderla e picchiarla»

Avrebbe dovuto curarla, e invece la picchiava. E' stato fissato per il 22 gennaio l'inizio dell'udienza per il giudizio immediato chiesto per una 56enne di Scafati, accusata di aver maltrattato l'anziana madre, non vedente e malata. I fatti risalgono al maggio scorso.

Le accuse

La donna avrebbe usato violenza contro la madre 85enne, affidatale per ragioni di cura e custodia, «con reiterate condotte aggressive, minacciose e violente, consistite nell’insultarla, offenderla e picchiarla». Oltre alle offese e alle minacce di morte, la donna arrivava persino a sputare addosso alla donna, oltre a colpirla e a lasciarle lividi sul corpo. In un'occasione, le mise una mano sulla bocca per non farla lamentare, per poi chinarsi sul suo corpo e torcerle il braccio sinistro: la vittima, per la pm, avrebbe urlato di dolore mentre la figlia tentava di costringerla al silenzio. Dalle imputazioni, ricostruite dai carabinieri della tenenza di Scafati, si evince una condotta continua. Accanto alle accuse, anche le aggravanti per aver commesso il fatto in danno di persona a lei affidata per ragioni di cura e custodia, contro una persona con disabilità. Gli episodi sono tutti stati commessi a partire da ottobre 2019, all'interno di un appartamento dove le due donne vivevano. Sulla vicenda sarà il gip del tribunale di Nocera Inferiore a decidere

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Angri, tonnellata di hashish nascosta sotto ponte autostrada: camionista condannato

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

  • Terremoto nel Salernitano, parla il sindaco di Bracigliano: "Un boato"

Torna su
SalernoToday è in caricamento