Cronaca

Scafati, schiavizzava e picchiava la sorella: a processo a 75 anni

L’aggressione incriminata, finita al centro dell’inchiesta dopo la denuncia sporta dalla malcapitata parente, si concluse con la vista in ospedale e il riscontro di ferite

«Ti devo uccidere», le diceva. Lei, sua sorella, era nel mirino, sottoposta ad un atteggiamento intimidatorio e violento da parte del fratello. Che per poco, non la uccise. Ora sarà processato con l'accusa di lesioni gravi. L’aggressione incriminata, finita al centro dell’inchiesta dopo la denuncia sporta dalla malcapitata parente, si concluse con la vista in ospedale e il riscontro di ferite, ecchimosi e politraumi per un totale di 45 giorni di prognosi refertati al pronto soccorso dell’ospedale Martiri del Villa Malta di Sarno. 

La violenza

L'imputato è un uomo di Scafati di 75 anni. L'episodio risale al 30 settembre 2013, lquando aggredì la sorella dopo diverse minacce, con schiaffi e pugni violenti al volto. L’uomo voleva punirla per ragioni personali legati ad una convivenza difficile, dove lui pretendeva risposte e assoggettamento incondizionato. La donna denunciò tutto ai carabinieri, con allegato il referto medico che costò all'uomo la contestazione formale dinanzi alla procura di Nocera Inferiore. Il processo è stato ottenuto dal pm Giuseppe Cacciapuoti, con decreto di citazione diretta a giudizio per accuse formalizzate di stalking e lesioni gravi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scafati, schiavizzava e picchiava la sorella: a processo a 75 anni

SalernoToday è in caricamento