Rapinò farmacia a Scafati, fu poi identificato in un bar: rapper rischia il processo

L’uomo, calza di nylon in testa, all’inizio dello scorso gennaio era piombato nella farmacia di via Martiri d’Ungheria a Scafati, puntando una pistola giocattolo in faccia alla titolare per farsi consegnare l'incasso della mattinata

Affronterà il processo con l’accusa di rapina aggravata lo scafatese G.C. , noto alle cronache per la sua attività artistica di rapper, in questo frangente finito nei guai per aver eseguito un colpo ai danni di una farmacia cittadina. L’uomo, calza di nylon in testa, all’inizio dello scorso gennaio era piombato nella farmacia di via Martiri d’Ungheria a Scafati, puntando una pistola giocattolo in faccia alla titolare per poi farsi consegnare circa 1400 euro, quale incasso della mattinata. 

L'arresto

La sua fuga successiva, però, durò poco. Un’ora dopo il colpo, i carabinieri erano arrivati dritti in casa del bandito, dove avevano trovato gli indumenti che aveva addosso al momento dell’irruzione nell’esercizio commerciale. Il 23enne, rapper noto in città di origine somala ma adottato da una famiglia scafatese sin da quando aveva 40 giorni, era finito in manette, con la successiva remissione agli arresti domiciliari su istanza presentata dalla difesa: in sede di convalida il reo aveva confessato, spiegando le sue ragioni e ammettendo gli addebiti. Il sostituto procuratore per i suoi trascorsi e la flagranza del reato, aveva chiesto la restrizione in carcere. Nel prosieguo dell’attività investigativa, dopo aver concluso le indagini, la procura aveva presentato a carico del giovane la richiesta di processo con rito immediato, per evidenza della prova raccolta e un quadro investigativo schiacciante. L’imputato dovrà attendere ora il vaglio del gip, con la decisione sul procedimento in questione e la successiva, eventuale possibilità di chiedere il rito alternativo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Angri, tonnellata di hashish nascosta sotto ponte autostrada: camionista condannato

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

  • Terremoto nel Salernitano, parla il sindaco di Bracigliano: "Un boato"

Torna su
SalernoToday è in caricamento