Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Scafati, Aliberti commenta la sentenza della Cassazione: "Sono felice, la verità nelle carte del processo"

L'ex sindaco si sfoga sulla sua pagina Facebook e attacca i due avversari: "Non provo alcun odio nei confronti dei mercenari, di quanti hanno raccontato bugie,di quanti si erano organizzarti per festeggiare il mio arresto: solo pietà umana"

Pasquale Aliberti

Tira un sospiro di sollievo Pasquale Aliberti. La Cassazione ha deciso di rinviare al tribunale del Riesame la verifica delle esigenze cautelari richieste dalla Procura di Salerno: i giudici, infatti, hanno accolto parzialmente la richiesta del Procuratore Generale mettendo nero su bianco delle prescrizioni che i giudici salernitani dovranno approfondire nei prossimi giorni. Con Aliberti rischiavano di finire dietro le sbarre anche il fratello Nello Maurizio e i due pregiudicati Luigi e Gennaro Ridosso. L’inchiesta – ricordiamo – è quella avviata dalla Direzione Distrettuale Antimafia e che ha portato il Comune di Scafati allo scioglimento per infiltrazioni camorristiche.

Appresa la notizia della sentenza, l’ex sindaco di Scafati si sfoga su Facebook: “Una grande gioia dopo mesi di grande sofferenza sul piano umano. Gioisco per la mia famiglia e per gli amici che in queste ore mi hanno dimostrato vicinanza, amore e una grande sensibilità. Ringrazio la magistratura, i miei avvocati: D'Amaro, Arico' e De Caro. Un abbraccio forte alla mia gente, il mio popolo, a chi in questi anni mi ha sostenuto con passione ed energia. Non provo, invece, alcun odio nei confronti dei mercenari, di quanti hanno raccontato bugie, di quanti hanno provato a distruggere prima l'uomo e poi il politico, di quanti si erano organizzarti per festeggiare il mio arresto: solo pietà umana per la loro impotenza e violenza”. Poi rivela: “È vero, ho pianto, ho sentito la carne bruciare, ho passato notti insonni ma sempre, con dignità, ho conservato la serenità della verità che è nelle carte del processo. Vi voglio un bene infinito. Ho bisogno di abbracciare ognuno di voi, prima possibile. Scafati mi manca da morire”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scafati, Aliberti commenta la sentenza della Cassazione: "Sono felice, la verità nelle carte del processo"

SalernoToday è in caricamento