Traffico di droga a Scafati, conferme e scarcerazioni del Riesame sull'inchiesta Antimafia

La vicenda giudiziaria si ricollega ad un'azione di controllo e organizzazione territoriale effettuata da due distinti gruppi di persone per gestire il traffico di droga

Foto archivio

Restano in carcere per il giro di droga attivi tra Scafati, Boscoreale e Torre Annunziata, due dei principali indagati nell'inchiesta dell'Antimafia, T.C. , conosciuta come "Lady cocaina" e F.S. , alias "Din Din"

Le accuse

I giudici del Riesame hanno scarcerato invece A.G. , ritenuta vicina ai vertici del secondo gruppo di spaccio, e A.L. Per i due è stata annullata l'ordinanza, con la remissione in libertà. Restano invece in carcere G.D. , considerato pusher attivo di Scafati e S.D. , vicino alla coppia dei due principali indagati. La vicenda giudiziaria si ricollega ad un'azione di controllo e organizzazione territoriale effettuata da due distinti gruppi di persone per gestire il traffico di droga. In quel contesto maturò l'omicidio, nel 2015, di Armando Faucitano, che trovò la morte in un raid organizzato per compiere una punizione rispetto ad un suo tentativo di truffa e indipendenza dal sistema criminale. Dopo un anno di distanza, invece, ci fu l'attentato con un ordigno esplosivo al bar My Love, di proprietà di T.C. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

  • Riapertura scuole in Campania, tamponi su docenti e alunni: De Luca firma l'ordinanza

Torna su
SalernoToday è in caricamento