Choc a Scafati, ucciso a coltellate il fratello di "Sasà ò barbiere"

L'omicidio si è verificato in via Lo Porto. Sul posto sono giunti i carabinieri del reparto territoriale di Nocera Inferiore, che hanno avviato subito le indagini

Dramma nel pomeriggio in via Lo Porto a Scafati dove un uomo, Giuseppe Desiderio, 57anni e nella vita venditore ambulante, è stato ucciso con una trentina di coltellate molto probabilmente al seguito di un violento litigio. Si tratta del fratello di Salvatore Desiderio, alias “Sasà ò barbiere”, attualmente in carcere e vicino al locale clan camorristico Matrone e di Filomena, gambizzata lo scorso mese di luglio. Sul posto sono giunti i carabinieri.

La convivente della vittima ha indicato come assassino il socio di lavoro di Desiderio che soffrirebbe di problemi psichici con il quale l'uomo aveva avuto, di recente, alcuni dissidi. Al momento si è reso irreperibile, mentre nella sua casa sarebbero state trovate tracce ritenute interessanti dagli investigatori.

In aggiornamento
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi concorso Regione Campania: ecco gli idonei alla prima fase

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Travolto da un treno ad Angri: Tobia è morto, Agro a lutto

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Paura a Salerno, le onde invadono la spiaggia di Santa Teresa

Torna su
SalernoToday è in caricamento