rotate-mobile
Cronaca

Scandalo Ior, monsignor Nunzio Scarano accusato anche di usura

Al noto prelato salernitano vengono contestati quattro episodi, in uno dei quali sarebbe coinvolto anche un medico salernitano che ha sposato sua nipote

Nuove accuse contro monsignor Nunzio Scarano: da ieri oltre ad essere indagato di usura, è accusato anche di esercizio abusivo del credito. Lo scrive nero su bianco il sostituto procuratore Elena Guarino nell’avviso di conclusione delle indagini sul prelato, già accusato di riciclaggio. L’episodio usurario riguarda due prestiti di 10mila euro ciascuno erogati ad un medico salernitano con legami di parentela a don Nunzio avendo sposato una nipote.

Mentre le ipotesi di reato, relative all’esercizio abusivo del credito, riguardano un prestito di 20mila euro sempre a favore del medico; il prestito di 40mila euro alla commercialista Tiziana Cascone e quello di 50mila euro alla onlus Terra mia, riconducibile a Massimiliano Marcianò, l’imprenditore romano ex amico di Scarano e ora suo principale accusatore. Il sostituto procuratore Guarino aveva chiesto il sequestro dell’intero patrimonio di Scarano ma il gip Sergio De Luca ha disposto il sequestro di soli 3.120 euro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scandalo Ior, monsignor Nunzio Scarano accusato anche di usura

SalernoToday è in caricamento