Viveva in casa tra rifiuti ed escrementi dei cani: salvato anziano a Scario

L’intervento, a cui hanno partecipato i carabinieri e i veterinari dell’Asl, è scattato dopo una serie di segnalazioni giunte dai vicini di casa

Un’altra storia di abbandono e degrado arriva dal Cilento. E, precisamente dalla frazione Scario di San Giovanni a Piro, dove i carabinieri hanno scoperto che un anziano del posto, di 82 anni, viveva tra i rifiuti e gli escrementi dei suoi dodici cani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il blitz

L’intervento, a cui hanno partecipato anche i veterinari dell’Asl, è scattato dopo una serie di segnalazioni giunte dai vicini di casa che si lamentavano  del continuo abbaiare dei cani e degli odori nauseabondi provenienti dall’abitazione dell’anziano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lockdown? Arcuri lo boccia, la Campania rinuncia e procede con la didattica a distanza. Chiesti bonus e congedi parentali

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti-bar, si fermano palestre e cinema

  • Fisciano, carabiniere si uccide con un colpo di pistola

  • Covid-19 a Battipaglia, 112 casi e 1 decesso. La sindaca Francese: "Ci sono i primi sintomatici, coinvolgere i medici di base"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento