rotate-mobile
Cronaca

Sciopero dei distributori di carburanti il 6 e il 7 novembre: disagi in vista

Si chiede di "invertire una tendenza che ha come obiettivo la scomparsa della categoria: dalla fatturazione elettronica, all'introduzione degli ISA"

Sciopero dei distributori di carburanti: il 6 e 7 novembre resteranno chiuse le pompe di benzina su tutto il territorio nazionale. Lo conferma l'Organizzazione dei gestori nell'«assenza di confronto da parte del Governo e del Mise».

I motivi

Lo sciopero avrà inizio alle 6 di mercoledì 6 e terminerà alle 6 di venerdì 8 novembre. Le organizzazioni chiamano tutti i gestori ad una partecipazione compatta alla chiusura. Si chiede di «invertire una tendenza che ha come obiettivo la scomparsa della categoria: dalla fatturazione elettronica, all'introduzione degli ISA, che risultano fortemente penalizzanti per i gestori carburanti, ai registratori di cassa telematici per fatturati di 2 mila euro l'anno: tutti adempimenti inutili fatti per scaricare sull'ultimo anello della filiera, il più debole, oneri e costi e anche provvedimenti penali per errori formali».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero dei distributori di carburanti il 6 e il 7 novembre: disagi in vista

SalernoToday è in caricamento