rotate-mobile
Cronaca

Sciopero del pubblico impiego a Salerno: l'Usb scende in piazza contro il Governo

Il prossimo 19 giugno l'Unione Sindacale di Base chiederà in piazza il rinnovo dei contratti economici, la stabilizzazione dei precari della P.A, più welfare e più servizi pubblici

Colpirà anche Salerno lo sciopero generale del pubblico impiego indetto dall’Unione Sindacale di Base per il prossimo 19 giugno. La giornata di protesta è stata pensata per mandare un segnale forte al premier Renzi e al suo Governo affinchè provveda subito al rinnovo dei contratti economici, alla stabilizzazione dei precari della P.A., alla reinternalizzazione di servizi e lavoratori, più welfare e a più servizi pubblici. Anche la federazione provinciale di Salerno dell'Usb prenderà parte alle manifestazioni per opporsi alle "disastrose conseguenze di una spending review improponibile"  dichiara Rosa Sabato, responsabile dell’Usb Salerno.

Poi aggiunge: "La partecipazione allo sciopero è necessaria perché si riaffermi la necessità di porre un freno alla progressiva privatizzazione dei servizi. L’esperienza delle municipalizzate ha contribuito allo svilimento della funzione dello Stato sociale che dovrebbe assicurare servizi primari e beni comuni. Esternalizzazioni e privatizzazioni hanno portato unicamente a servizi inefficienti e ad un innalzamento della pressione fiscale. Il 19 giugno l’Usb Salerno - conclude Sabato - scenderà in piazza per ricordare al Governo che i diritti dei cittadini devono essere l’unica priorità di una sana e vera politica.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero del pubblico impiego a Salerno: l'Usb scende in piazza contro il Governo

SalernoToday è in caricamento