menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero Sita, incontro in prefettura. Corse a singhiozzo

Si è concluso l'incontro tra i sindacati ricevuti in prefettura. Blocco degli autisti della Sita, corse a singhiozzo per il Cstp. D'Alessio: "Non esclusi disagi nei prossimi giorni"

Si è concluso l'incontro tra le rappresentazioni sindacali che sono state ricevute in prefettura, a Salerno, per discutere della delicata situazione dei dipendenti della Sita che sia ieri che oggi hanno manifestato il loro disappunto per i circa 170 Euro mancanti nella busta paga di gennaio, busta paga dalla quale sono state tolte alcune voci e che hanno manifestato inoltre per i tagli che potrebbero avvenire anche nei prossimi mesi.

"Abbiamo registrato - spiega il segretario provinciale della Filt Cgil Amedeo D'Alessio - buoni segnali di apertura da parte dell'Anav e speriamo che ciò verrà confermato nel prossimo incontro che avremo. Ovviamente - aggiunge D'Alessio - ci potranno essere ancora dei disservizi nei prossimi giorni quando potremmo non garantire le corse del trasporto pubblico di linea. L'incontro di oggi, infatti, non sottintende da parte nostra un ritorno alla collaborazione piena. Aspettiamo gli esiti di un'eventuale intesa nella quale, speriamo, che i soldi tolti a gennaio verranno reintegrati nella busta paga dei lavoratori".

Nessuno "sciopero selvaggio", dice D'Alessio, che piuttosto parla di individuale scelta da parte dei lavoratori che questa mattina hanno atteso l'esito dell'incontro sotto la prefettura. Al passaggio di un autobus della Sita diretto al Amalfi, però, non sono mancati gli ironici applausi nei confronti dell'autista. Insieme ai dipendenti della Sita, questa mattina, si sono aggiunti anche i lavoratori del Cstp di Salerno.

"Su 75 mezzi che stanno nel deposito di Fuorni come operativi, stamattina ne sono usciti solo sei. Abbiamo preferito - dice Gerardo Arpino, delegato Filt Cgil Salerno - che i mezzi senza le dotazioni di sicurezza non uscissero. Siamo stanchi di collaborare con l'azienda. Aspettiamo un segnale da parte loro per riaprirci al dialogo". Oggi, comunque, è arrivato l'ordine di servizio dove si annunciava che gli stipendi verranno pagati il 9 febbraio. Una nota importante per i dipendenti del Cstp. "Speriamo - rimarca Arpino - che non sia un evento isolato. L'azienda ha problemi di liquidità e sicuramente i problemi si ripresenteranno".
 

 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Salerno usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento